Fiabe, miti e leggende raccontano la storia delle scarpe di Salvatore Ferragamo

13 Mar

image_largeLa fiaba racconta come una scarpetta fece innamorare il Principe di Cenerentola, la storia racconta come la creatività di Ferragamo è riuscita a far cadere ai suoi piedi e indossare originalissime calzature da miglia di donne e dalle dive più famose. Fiaba e leggenda, storia e fantasia tutto ruota attorno ad un marchio che rappresenta il Made in Italy. “Il calzolaio prodigioso” è il titolo della mostra che dal 19 aprile prossimo al 31 marzo 2014, sarà presente nel Museo Salvatore Ferragamo di Firenze.
“Il calzolaio prodigioso. Fiabe e leggende di scarpe e calzolai” è curata da Stefania Ricci, Sergio Risaliti e Luca Scarlini.
Un salto nel mondo della scarpa nella fantasia delle fiabe, una panoramica dedicata a questo accessorio che si ritrova nei miti e nelle leggende che molto spesso hanno avuto come soggetto proprio scarpe e ciabattini, probabilmente perché calzare le scarpe è sempre stato un segno di ricchezza e di potere. “Il calzolaio prodigioso. Fiabe e leggende di scarpe e calzolai” racconta la vita di Salvatore Ferragamo, una storia che ha già in sé tutti gli ingredienti di una fiaba, che nasce dalla passione per un sapere antico, dagli insegnamenti di altri calzolai o ciabattini, da un lungo viaggio in un mondo in cui le scarpe conservano poteri affascinanti e misteriosi. Il tema ha incontrato il consenso di autori e artisti di differenti discipline che hanno aderito con entusiasmo a questo progetto contribuendo con opere e interventi. Fra loro ricordiamo esperti di narrativa per ragazzi, come Antonio Faeti e Michele Rak; studiosi di cinema come Alessandro Bernardi, scrittori e poeti come Hamid Ziarati, Michele Mari, Elisa Biagini che per questo progetto hanno scritto nuove favole coadiuvati da illustratori come Michela Petoletti e Francesca Ghermandi. Il grande compositore Luis Bacalov ha scritto una nuova partitura musicale come ouverture della mostra, mentre i giovani fotografi Simona Ghizzoni e Lorenzo Cicconi Massi, insieme all’esperto Arrigo Coppitz, hanno fotografo le scarpe di Salvatore Ferragamo rendendole fiabesche.
Il Museo Ferragamo ha sede a Firenze, mentre l’azienda Salvatore Ferragamo ha la sua sede a Sesto Fiorentino, zona Osmannoro.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: