Quando l’orto non c’è vado al mercatino a Km zero

17 Ott

aglioStando così le cose si dovrà cercare un equilibrio tra quello che si può e quello che non si può…mangiare (parlando della provenienza dei prodotti, s’intende). Certo è facile dire “mi faccio l’orto sul balcone così so cosa mangio”. Forse. Ma c’è da chiedersi quei semi che uno semina da che parte del mondo arrivano e come sono diventati semi…questione filosofica? Mah….

Io l’orto sul balcone l’ho fatto, eccome. Una quindicina di anni fa a Calenzano. La scelta era caduta sugli aromi: dal timo all’origano con l’eccezione dei peperoncini che comunque fanno colore. Qualcosa è rimasto nel mio angolo verde: la lavanda (stanca dopo una stagione difficile), la salvia (che si è impossessata di uno spazio immenso), la liquirizia (che è diventata il profumo di Pinco quando ci passa accanto). Il resto lo acquisto al mercato. Anzi al mercatino a Km zero o giù di lì.

Il prossimo appuntamento con il mercatino dei prodotti di filiera corta a Sesto Fiorentino (nel parcheggio tra viale Ariosto, via Corsinovi e via Lazzerini) sarà lunedì 21 ottobre, la mattina dalle 8 alle 14.

Zoe

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: